Pomigliano.org



Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Venerdi, 31 Ottobre 2014

Ultimo Aggiornamento 01:00:00 AM EST

Giovedì 14 Giugno 2012 16:25

I MOVIMENTI STANNO GOVERNANDO POMIGLIANO

Siamo in una fase storica della nostra città in cui i numeri non contano più, valgono soltanto le idee. Lì fuori c'è un territorio in trasformazione, con tante criticità ma con sempre più cittadini consapevoli della loro forza personale. Stanno nascendo MoVimenti come funghi: dove c'è un problema i cittadini si aggregano, portano proposte alternative, discutono e (cosa nuova) riescono ad incidere sulle decisioni politiche delle Amministrazioni. Si chiama "democrazia diretta dei cittadini" e funziona sempre, anche quando la politica la ignora.

Il Movimento 5 Stelle (da 5 anni fa iniziative sul territorio, in ultimo WiFi, videosorveglianza e rifiuti tossici) è solo una della tante realtà, forse quella più esposta mediaticamente. Ma ci sono decine di altri gruppi sul territorio di Pomigliano, vecchi e nuovi, che stanno acquisendo consapevolezza della loro forza. Con i partiti ridotti ai minimi termini e chiusi nei loro circoli (a volte senza pagare fitto) a dividersi i ruoli di "responsabile di...", "referente di..", etc, i cittadini si auto-organizzano senza soldi e sedi.
Tra le esperienze che saltano agli occhi c'è il Comitato per il Parco Pubblico di Pomigliano che nel 2011 si è opposto al progetto di cementificazione dell'amministrazione comunale e l'ha convinta ad avviare un processo di progettazione partecipata per la riqualificazione; c'è il Comitato per l'Acqua Pubblica di Pomigliano che ha portato a votare il 59% dei residenti all'ultimo Referendum (tra i primi comuni in Campania) ed ora sta per tirare il colpo finale alla Gori spa attraverso la rete civica Ato3. Ancora, l'esperienza delle "ciclopedalate critiche" promosse da Gaetano Iovino che si prefiggono l'obiettivo di creare una città a misura di bicicletta, guarda caso dopo la prima ciclopedalata in città è spuntata la segnaletica verticale di parcheggio per le bici. E che dire dello splendido lavoro dei ragazzi volontari dell'Hotel Valleverde che ormai da un anno assistono e integrano i profughi della Libia (sostituendosi al Welfare statale e comunale).
Tra i Movimenti storici troviamo l'Agvh (l'associazione che si occupa dei diversamente abili) che tra le tante battaglie ultimamente è riuscita a far rimuovere i famigerati tornelli nel Parco Pubblico. La CAIP è l'Associazione Indipendente dei Commercianti nella quale i negozianti discutono con le amministrazioni senza intermediari e spesso organizzano iniziative consorziandosi per combattere la crisi, a loro va il merito di aver bloccato il piano di centri commerciali in città.
Tra le nuovissime cellule c'è il Comitato per le politiche Sociali nato ad opera di cittadini giovanissimi, che sta cercando di sensibilizzare sul tema della raccolta differenziata partendo dall'installazione dei cestini differenziati in città, tra i giovani anche il gruppo facebook "pomigliano indignata" dal quale a breve nascerà sicuramente qualche iniziativa; ci sono inoltre i Comitati dei cittadini delle periferie, tra i più attivi quello di Masseria Guadagni che grazie alla continua opera di sensbilizzazione e controllo è riuscito ad arrivare al 90% di famiglie che fanno la raccolta differenziata in quel quartiere. Ci sono anche i tanti Movimenti della Chiesa che hanno dato vita ad osservatori politici, centri di approfondimento culturale e sociale, bollettini d'informazione oltre a sostituirsi al welfare comunale con l'assistenza ai bisognosi. C'è l'esperienza della notte bianca di inizio luglio che è stata organizzata da ragazzi che hanno raccolto fondi tra i commercianti ed hanno messo in piedi un evento notturno che attrarrà migliaia di persone dall'hinterland e contribuirà al rilancio del commercio, un piano mai elaborato dall'assessorato competente. Non da meno il Movimento delle mogli degli operai cassaintegrati della Fiat che si stanno oganizzando per sostenere la lotta dei mariti.

Tutti questi movimenti, a volte lanciati da singoli cittadini con idee geniali, oggi bussano alla porta di un'Amministrazione Comunale ancora troppo impantanata nelle logiche di partito, convinta che debba "accontentare" la volontà di quel 30% di cittadini che li ha votati, e per questo ridotta a fare l'"amministrazione di condominio": fogne, loculi, qualche fosso in strada e rotonde della morte. Non parliamo poi dell'opposizione: troppo impegnata a fare filippiche in Consiglio Comunale (quando ci vanno) per prendere parte a queste realtà trasversali. La vecchia politica non può far altro che "resistere". O "aprono la porta" ascoltando ed accogliendo le proposte di questi gruppi o "sfondiamo la porta". Il processo sarà inserobaile: questi cittadini oggi sono già di fatto assessori, sindaci e consiglieri comunali, governano pomigliano con la forza della proposta e della partecipazione, stanno cambiando i programmi elettorali delle forze politiche in campo mettendogli il fiato sul collo, costringendoli a farsi emulare, li stanno avviando sulla strada della democrazia diretta senza fargliene accorgere. Tutti quei cittadini che alle ultime elezioni hanno messo una X sulla scheda elettorale per delegare l'azione politica a questi amministratori, tra 3 anni (quando usciranno dal letargo) troveranno una brutta sorpresa, avranno una città cambiata che nessuno gli aveva mai raccontato e forse anche loro cominceranno a "soffrire d'insonnia".

N.B. "NON FATEVI ILLUSIONI": la sopravvivenza di questi movimenti dipende dalla loro disorganizzazione, dalla loro diversità, dalla loro liquidità. Chi cerca di inglobarli o assorbirli fa un buco nell'acqua. Quando alle prossime elezioni starete facendo gli accordi pre-elettorali per spartirvi gli assessorati, loro staranno già pensando al "day after" quando, qualunque sarà la nuova amministrazione comunale, in un modo o in un altro, continueranno a governare questa città. E magari un giorno, con le loro forze, arriveranno in Municipio e vi spazzeranno via.

*** PROSSIMA RIUNIONE GENERALE ORE 20:45 VENERDÌ 15 GIUGNO PARCO PUBBLICO (palco piccolo)

Pubblicato in Blog

25 MAGGIO 2012 | h. 21:00 | PIAZZA MERCATO

E' passato quasi un anno da quando abbiamo regalato la prima piazza WiFi ai cittadini di Pomigliano. Da allora abbiamo lavorato per coprire il maggior numero di aree della città. L'obiettivo è quello di assicurare la connettività a tutti i cittadini con un Wifi che rispetti la legge. Per questo ci siamo rivolti ad un'azienda del territorio che installa hot spot che eseguono il controllo antiterrorismo (con identificazione tramite numero cellulare) e assicurano la gestione della banda. Noi del Movimento contattiamo gli esercizi commerciali, gli proponiamo di partecipare al progetto ed andiamo ad installare l'hot spot.  
L'Amministrazione Comunale non ha mai risposto al piano che gli abbiamo presentato a luglio scorso per mettere in wifi Pomigliano, si trattava di installare gli hot spot utilizzando l'adsl che il comune già ha attivato nei propri edifici pubblici, il progetto sarebbe costato 5000 euro in tutto, che fessi! Mesi dopo ci hanno risposto che non avevano capito cosa fosse il WiFi (!!!)
Oggi siamo arrivati a cablare quasi tutto il centro città grazie all'adsl degli esercizi commerciali. Venerdì 25 maggio a Piazza Mercato Pomigliano d'Arco alle 21:00 presentiamo il piano realizzato fino ad oggi. Vieni in piazza a scoprire le aree. Sarà una serata di festa, una WIFI FEST.

| DIVENTA FAN | DOVE? | PARTNER | VIDEO |

| PROGETTO WIFI PRESENTATO
| SCRIVICI | 

| CONCERTO | RACCOLTA FIRME |

Pubblicato in Blog

Ci riferiamo a fatti scoperti subito dopo le elezioni del 2010. Quindi la domanda è retorica...
Sembrerebbe che appena insediato nel 2010 il nuovo Comandante della polizia locale di Pomigliano d'Arco, abbia fatto una scoperta sensazionale: le tre fiat punto modello 2003 in dotazione al corpo, erano costate oltre 40.000 euro l'una in tre anni. Le Fiat Punto erano a noleggio da una società di Firenze che dati i costi, era più che altro una ONLUS. Qualunque privato 5 anni fa avesse comprato una fiat Punto di quel modello l'avrebbe pagata nuova al massimo 9.000 euro, usata anche 5.000. Perchè si è preferito noleggiarle? tra l'altro a benzina?
Il nuovo comandante, arrivato a Pomigliano per meriti di graduatoria, non nominato dall'amministrazione di centro-destra quindi, oltre a questa assurdità, ha trovato anche 60.000 euro già stanziati destinati all'acquisto di sole tre auto, 20.000 ognuna! E' riuscito a riorganizzare la spesa e con una parte di quei fondi ha acquistato:

- quattro motociclette dal comune di Taranto (in fallimento) 3.000 euro l'una (due delle quali saranno cedute ad altri corpi di polizia);
- un furgonato Fiat Scudo a 3.000 euro;
- ha riscattato le 3 fiat punto noleggiate e vi ha installato il gpl, dimezzando i prezzi del carburante;
- ha acquisito dal parco auto sequestrate della Direzione Distrettuale Antimafia una Audi Sline (presto in circolazione) e una Fiat 500 appartenenti ad ex-camorristi e allestite con donazioni;
- la Lancia Delta attualmente in dotazione al Sindaco;
- il Suv Dacia attualmente in dotazione alla Polizia Locale;

Premesso che il Sindaco potrebbe anche MUOVERSI A PIEDI, con la sua macchina o con i mezzi, così saprebbe cosa provano gli studenti universitarii e i pendolari ogni santo giorno, e aggiunto che forse il Suv non era del tutto necessario, questa vicenda dimostra che i fondi per le Amministrazioni Comunali ci sono, esistono e che non c'è bisogno di alzare sempre le imposte comunali per pareggiare i conti, come invece sta facendo questa amministrazione di centro-destra.
Ancora una volta l'appartenenza di partito o di fazione c'entrano poco con l'amministrazione virtuosa dei beni pubblici, sono i singoli cittadini a fare la differenza: questo comandante, arrivato a Pomigliano per graduatoria e non per nomina, amministra in maniera "sana" i nostri soldi, facendo il suo dovere. La gestione virtuosa di tutti fondi comunali, ci permetterebbe di abbassare le imposte comunali e dare respiro alle attività imprenditoriali. Ad esempio, quanto spende in licenze software il comune di Pomigliano?

Inoltre viene da domandarsi, se al posto di questo comandante ci fosse stato un irresponsabile, la giunta comunale l'avrebbe controllato? Con le passate amministrazioni PD, a quanto pare non è stato così. Con la giunta attuale, a giudicare dai costi delle rotonde (150.000 euro quella sul Ponte), non sarebbe stato diverso...

Pubblicato in Blog

La situazione di Masseria Chiavettieri evidenzia le diverse tipologie di cittadino con cui ogni giorno abbiamo a che fare: c'è quello che sversa illecitamente (il criminale), quello che se ne frega, sta a guardare e silente ne subisce le conseguenze e poi c'è quello che PARTECIPA a volte anche denunciando alle autorità competenti. A Pomigliano sono anni che ci battiamo per la situazione della Masseria Chiavettieri e in generale delle periferie. Singole persone, aziende, e organizzazioni criminali sversano di tutto. L'intera zona di Masseria Chiavettieri è una pattumiera a cielo aperto. C'è però una parte della Masseria che appartiene al territorio del Comune di Casalnuovo, qui è stato installato un sistema di videosorveglianza e da quel momento gli sversamenti nell'area interessata si sono fermati. Che aspetta il Comune di Pomigliano ad attivare il sistema? Anche solo iniziando ad affigere i cartelli "area videosorvegliata" per dissuadere questi animali?

Masseria Chiavettieri non è terra di nessuno. Non è un territorio franco. E' ancora territorio di Pomigliano d'Arco!

Pubblicato in Blog

La Scuola Pomigliano Danza (sito) è un altro degli enti comunali di Pomigliano sui quali i partiti spadroneggiano da 15 anni. E' così anche per l'Enam spa, l'Asm, la Pomigliano Infanzia Onlus dove da mesi il PDL (come il Pd faceva in passato) sta piazzando trombati politici e accoliti. E' sempre il solito valzer: ogni elezione cambiano i componenti dei consigli d'amministrazione, il direttore o il presidente. Però mentre l'Enam, l'Asm, la Pomigliano Infanzia vivono di tasse dei cittadini per servizi essenziali, la Pomigliano Danza è un azienda sul mercato, che deve attirare iscritti, offrire un prodotto competitivo per poter restare in vita. Sembra che Fabio Molfesi, direttore artistico della Scuola, fosse riuscito a creare un certo equilibrio. Esiste una comunità di allieve affezionate a lui ed alla realtà che aveva creato.

Nel 2010 arriva il PDL al governo della città, il tempo di spartirsi le altre poltrone e poi cambiano anche i vertici del Cda di Pomigliano Danza (secondo noi del Movimento 5 Stelle queste cariche dovrebbero eleggerle i cittadini tra professionisti competenti della materia che riguarda l'ente). Sistemati i tre nel Cda arriva anche l'ora del direttore artistico. Forse per rispettare qualche patto incrociato con Cesaro e Cosentino (che hanno sostenuto la campagna elettorale di Lello Russo), stanno per piazzare un altro direttore artistico. Fabio Molfesi viene rimosso anche con una certa premura, infatti l'amministrazione dovrà pagare una penale per non aver rispettato i termini del contratto (altri soldi pubblici).

L'80% dei genitori, senza Molfesi, l'anno prossimo non iscriverà le proprie figlie alla Scuola, in realtà l'avrebbero già fatto quest'anno, ma nonostante le richieste ad inizio anno accademico, il nuovo presidente del CDA (Giacomo Messina) ha sempre rassicurato che Molfesi sarebbe rimasto al suo posto. Solo dopo che i genitori hanno pagato l'iscrizione, è stato dato l'annuncio. Adesso, a meno che non faranno direttore artistico Roberto Bolle in persona, la Scuola perderà gran parte della platea iscritta, questo manderà in rosso i bilanci dell'ennesimo ente comunale e a pagare i debiti causati da questi incompetenti saremo sempre noi. Così è stato per la Pomigliano Ambiente, così per la Gori, per l'Enam e tra poco per l'Asm.

 

Pubblicato in Blog

Il primo video-messaggio di Beppe dopo il risultato delle amministrative 2011. Un messaggio ai ragazzi di Napoli e Salerno: il più bel gruppo d'Europa! Abbiamo speso 50 centesimi a voto e solo con le donazioni.

Pubblicato in Blog

Il 12 maggio Beppe Grillo sarà a Napoli per sostenere la lista del MoVimento cinque stelle al Comune. Ci saranno tutti i candidati della lista al Comune di Napoli. Sarà una NO STOP di 12:00 ore, ore 12 inizierà la manifestazione con gazebo informativi sui vari temi del programma, dalle 18:30 si alterneranno sul palco i candidati ed i musicisti e dalle 21.30 circa arriverà BEPPE GRILLO. Da Pomigliano ci stiamo organizzando per aiutare nell'organizzazione i ragazzi di Napoli. Chi volesse unirsi a noi può intervenire sul gruppo organizzativo. Stay tuned.

Pubblicato in Blog

 

1) Riunione generale del MoVimento Pomigliano 5 Stelle giovedì 21 luglio ore 19:30 presso L'Apostrofo Wine and Cocktail Bar di Pomigliano d'Arco | guarda l'evento qui

2) Riunione generale MoVimento Cinque Stelle Campania domenica 24 luglio 17.30 - 21.30 presso Parco Santo Spirito (Fenestrelle), Spalti Campo di Rugby via F. Tedesco, via F. Troncone. Avellino (Avellino, Italy) | vai all'evento

3) Riunione del Comitato Acqua bene essenziale con l'Avv. Maurizio Montalto martedì 19 luglio alle ore 18,30 per chiarire quali azioni adottare in ATO3 vesuviano sarnese, alla luce del post-referendum, e per la ripubblicizzazione del servizio idrico. Luogo: Comune di Sarno (vicino alla fermata della vesuviana, adiacente piazza 5 maggio): Sala degli Assessori,oppure, se più di 30 persone, presso l' Aula Consiliare."

4) Il Comitato per il Parco Pubblico di Pomigliano si riunisce settimanalmente segui gli aggiornamenti QUI

 

***************

PROPONI LA PROSSIMA RIUNIONE PARTECIPANDO

AL FORUM SUL GRUPPO OPERATIVO clicca QUI

Pubblicato in Blog
Giovedì 30 Dicembre 2010 11:03

Un anno di MoVimento 5 Stelle a Pomigliano

Il 2010 non è stato proprio un anno da buttare. Il virus della democrazia ha preso piede anche a Pomigliano. Dopo due anni passati a incassare colpi siamo partiti all'attacco. Il Movimento 5 stelle si è presentato alle elezioni comunali di marzo: 24 candidati tutti incensurati e alla prima esperienza in politica hanno raccolto 700 voti. In cinque regioni il Movimento ha raccolto 500.000 voti eleggendo sette consiglieri regionali e decine di consiglieri comunali. Il movimento è stato il primo che a Pomigliano ha costruito un programma in rete con i cittadini. Tutti i partiti l'hanno copiato, poi chi è stato eletto sta puntualmente tradendo le aspettative. Abbiamo assistito alla scomparsa del Partito Democratico, visto che di democratico aveva fatto ben poco. Maggio è stato il mese della raccolta firme per il referendum sull'acqua pubblica. Solo a Pomigliano sono state raccolte oltre mille firme, è stata un'esperienza di partecipazione vera, fatta insieme a tante persone provenienti da diverse realtà. Si è materializzato anche il primo Flash Mob della storia pomiglianese, spettacolare! Come al solito i partiti, che cercano di non perdere mai il treno del consenso, si sono attivati anch’essi per la raccolta firme ma fanno sempre la loro bella figura di merda e questa è stata la volta di Rifondazione Comunista e SEL che hanno pensato ipocritamente anche di piazzare un loro consigliere d’amministrazione nell’Arin Spa.

Poi c'è stata woodstock 5 stelle, il sogno diventato realtà. Eravamo tantissimi a Cesena. Due giorni di musica e politica (idee!) a Rifiuti Zero. Infine il nuovo sito internet: un portale dove tutti possono scrivere articoli e condividere informazioni per iniziare un percorso di cittadinanza attiva e per iniziare a sentirsi liberi di mandare (almeno dietro al pc) affanculo questi politici, senza la paura di essere aggrediti dall’immancabile corte di servi-guardasplle. Basta registrarsi! Il 2011 sarà l'anno in cui questi quattro politicanti cercheranno di sottrarci un altro pezzo di terra, di storia, di vita. Dopo l’acqua, l’aria e tutte le risorse possibili. Il PDmenoelle se n’è andato, aspetta sornione il giro di boa, ed è arrivato il PDL ma nessuno ha notato la differenza. I nuovi arrivati hanno subito pensato di svendere la villa comunale: non sono capaci di gestirla e a chi lo farà daranno la possibilità di costruirci dentro parcheggi sotterranei, una piscina e campi da tennis e da calcio. La svendita iniziata dal PD con il bar/ristorante Apllauso la continuerà il PDL. Presto partirà anche il business dei comparti edificatori su cui il sindaco si era detto perplesso in campagna elettorale, poi c'ha ripensato. Cemento, cemento e cemento su cui i cittadini non hanno avuto la possibilità e lo spazio di metterci becco.

Il Movimento 5 Stelle è un treno. Senza una destinazione finale. Alle stazioni c'è chi sale e chi scende. C'è pure chi non scende mai. In viaggio, tra una fermata e l'altra si fanno nuove amicizie e nuove esperienze e magari ti scopri diverso, cambiato, pure informato. Nel 2011 i politici continueranno a farsi i cazzi loro, questo è certo. Ma ci penseranno almeno due volte su prima di agire? Sanno che dalla rete non si scappa? Internet ci permette di divulgare sempre più informazioni e questo li spaventa? Dovrebbero essere terrorizzati ma non ne conoscono la vera portata, non è colpa loro, sono vecchi. Il Movimento per ora è solo una un bicchiere di acqua di fonte in uno stagno di ipocrisia, di vecchia politica che cerca sempre un leader che possa prenderci per il culo. Quando avremo dato il massimo otterremo comunque un risultato piccolo, forse impercettibile ma da sorvegliare costantemente. Saremo sempre più stanchi ma almeno continueremo a sentirci liberi! Cittadini liberi e saremo sempre di più.

Pubblicato in Blog

L'avventura del Movimento 5 Stelle è nata un po' per caso in tutta Italia, gruppi di cittadini liberi in rete hanno deciso di condividere idee, informazioni e iniziative. Il segreto di queste persone sta nel divertirsi. Da una parte ci sono politici dallo sguardo cupo sempre più preoccupati per la loro eterna precarietà. Dall'altra ci sono cittadini liberi, con un proprio lavoro, che partecipano alla vita pubblica del comune o della regione con il sorriso sulle labbra. Finchè ci sarà divertimento non ci sarà mai sconfitta, la forza di questo Movimento sarà l'ironia, più si arrabbieranno più li prenderemo per il culo e alla fine una risata li seppellirà.

Pubblicato in Blog
Pagina 1 di 2

Ricevi le News

Inserisci la tua mail:


RSS Feed Image Iscriviti a questo feed

Iniziative

Referedum

Woodstock 5 Stelle

Fiato sul collo

Questo è pomigliano.org

Convegno Familiari Vittime della Mafia

V2-Day

V-Day

Passaparola di Travaglio

You are here Visualizza articoli per tag: movimento pomigliano 5 stelle
guadagna con il web cheap hotels last minute hotels hotels in italy Guadagnare con internet guadagnare soldi guadagnare online scommesse online - poker online Travels guide - Italy Hotels - Resorts in Italy scommesse online - poker online Hotel Bookings & Reservations Hotel Offers & Discounts Cheap Hotels Rates Lowest Hotel Rates Guaranteed!